• 1

    competenza

  • 2

    professionalità

  • 3

    risultati

  • 4

    territorio

L’ISMEA (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare) favorisce la formazione e l’ampliamento fondiario delle imprese agricole, acquistando sul libero mercato terreni agricoli (a cancello aperto) per poi assegnarli, con patto di riservato dominio, ai soggetti richiedenti che risultano in possesso dei requisiti di legge e delle necessarie capacità professionali per la conduzione dell’impresa agricola.

 

Per beneficiare delle agevolazioni, i soggetti, al momento della presentazione della domanda, devono possedere i seguenti requisiti:

a) età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 non ancora compiuti;

a) cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;

c) residenza nel territorio della Repubblica Italiana;

d) conduzione, per la prima volta, in qualità di titolare/legale rappresentante, di:

impresa individuale che, al momento della presentazione della domanda ovvero, in difetto, entro 3 mesi dalla data di comunicazione della determinazione di ammissione alle agevolazioni, a pena di decadenza, risulti:

a) titolare di partita IVA;

b) iscritta al registro delle imprese della Camera di Commercio

oppure

società agricola (di persone, capitali ovvero cooperative) che, al momento della presentazione della domanda, risulti:

a) titolare di partita IVA;

b) iscritta al registro delle imprese della Camera di Commercio (sezione speciale “Imprenditori agricoli” o sezione “coltivatori diretti”);

c) avere per oggetto sociale l’esercizio esclusivo delle attività di cui all’articolo 2135 del codice civile;

d) indicare “società agricola” nella ragione sociale o nella denominazione sociale;

e) avere una maggioranza assoluta, numerica e di quote di partecipazione di soci di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non compiuti;

f) essere amministrata da soggetti di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non ancora compiuti.

Nel caso di insediamento in società agricola, il soggetto richiedente, al momento della presentazione della domanda deve risultarne socio.

Entro 3 mesi dalla data di comunicazione della determinazione di ammissione alle agevolazioni, a pena di decadenza, il soggetto deve assumere la responsabilità e la rappresentanza legale della società medesima assumendone pieni poteri per almeno 5 anni dalla data di ammissione.

 

Il soggetto richiedente è obbligato a presentare, all’interno della domanda, un piano di miglioramento aziendale.

MASSIMALI DI INTERVENTO

L’importo di ciascun intervento non può essere inferiore ad € 200.000,00 e non può essere superiore a 2.000.000,00 di euro.

CRITERI DI ESCLUSIONE

  • Giovane che risulti già insediato al momento della presentazione della domanda;
  • Che si insediano in società agricole, nelle quali in precedenza si era già insediato un altro giovane beneficiario del premio di primo insediamento;
  • Interventi tra parenti entro il terzo grado ed affini entro il secondo grado, fatta salva la compravendita tra fratelli relativa a terreni provenienti da divisione ereditaria. 

AMMONTARE DEL PREMIO

Il premio è erogato al giovane primo insediato, come abbuono di interessi il cui valore attualizzato non può essere superiore a Euro 70.000,00.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.